Estate… tempo di sospensione. Da tutto. Dalla malinconia dell’autunno, dalla corsa serrata dell’inverno, dai sospiri di primavera.

Ogni anno, a giugno, mi riprometto “quest’anno farò poche sessioni estive” ma poi è difficile resistere ai colori, al caldo, alla luce brillante ed unica del primo mattino come a quella calda ed avvolgente del tramonto.

È difficile resistere all’indice destro che entra in astinenza da clik, è difficile resistere alle mamme che mi aspettano per le sessioni toscane “a riposo” ed è soprattutto difficile resistere all’esplosione dei bambini d’estate: alla loro vivacità incontenibile, alla gioia ed agli schiamazzi impossibili da attenuare, men che mai da reprimere, per la quiete del vicino d’ombrellone. Così ecco ancora una volta un album fotografico estivo.
Sessione fotografica estiva per bambini. Fotografia bambina col cappello nel parco. Roberta Garofalo, Fotografo professionista di Maternità, Neonati, Bambini e Famiglie, Roma

E poi ci sono dei soggetti a cui è proprio impossibile resistere. Il mio lavoro è affascinante ed unico per tanti motivi. Uno tra questi: mi permette di essere testimone universale della crescita, del cambiamento di un bambino. È come fermarli in un attimo eterno che subito dopo si è già disperso.

Perché crescono e cambiano, dentro e fuori, alla velocità della luce. Cambiano il timbro della voce, il modo di parlare e di gesticolare, la consapevolezza con cui ti rimbambiscono di chiacchere per portarti dove vogliono, con motivazioni tanto inesistenti quanto affascinanti.

Cambiano i loro gusti e desideri, le loro manie e frivolezze. Insomma cambia la loro vita dentro e fuori. E cambiano inesorabilmente anche la nostra.
Sessione fotografica estiva per bambini. Fotografia bambino al mare. Roberta Garofalo, Fotografo professionista di Maternità, Neonati, Bambini e Famiglie, Roma
Conosco e fotografo questi bambini da quando sono nati. La loro mamma mi aspetta ogni estate: perché adora fotografarli e sente profondamente la necessità di “fermarli” nel loro divenire.

È un’assidua lettrice del mio blog (devo ammettere che è migliorata tanto come mamma-fotografa), ha un’infinita pazienza con mio figlio che ormai non solo si intrufola fisso nei suoi set ma fa anche lo “sciupa femmine” con la sua bambina.
Insomma, è una vera mummy, amorevole ed attenta. Come non renderla felice ogni estate?
Sessione fotografica estiva in spiaggia per bambini. Fotografia bambina in spiaggia. Roberta Garofalo, Fotografo professionista di Maternità, Neonati, Bambini e Famiglie, Roma

Quando c’è feeling con i bambini, quando c’è fiducia, rispetto reciproco ed anche consapevolezza di un lavoro di squadra per uno scopo preciso, il lavoro di un kids-photographer è tutto in discesa.
La loro collaborazione rende la mia mente più libera e creativa, possiamo spingerci oltre ed osare insieme. E possiamo anche seminare il panico, come abbiamo fatto quel pomeriggio, occupando metà stabilimento balneare con borse e sacche, valige piene di vestiti ed accessori…un vero putiferio.

Ma è bello voltarsi all ‘improvviso per cambiare angolatura e scoprire dietro le spalle un gruppetto di pubblico che se la ride solo guardandoci!
Perché fotografare i bambini è un vero spettacolo nello spettacolo: per me che scatto, per loro che si muovono come dei professionisti sul set e per chi assiste (respirando) tutta la nostra follia.
Sessione fotografica estiva in spiaggia per bambini. Fotografia bambini al mare in posa da divi. Roberta Garofalo, Fotografo professionista di Maternità, Neonati, Bambini e Famiglie, Roma

Non c’è bisogno di mettere in posa un bambino. Basta posizionarlo in un punto scenografico, e parlargli. Sempre. E mostrare gli scatti ogni tanto. Farsi dire se si piace, se si riconosce. Dirgli anche quello che si prova davanti alla sua bravura. Qui ad esempio avevo appena detto “ehi ragazzi, siete fantastici con questi occhiali” ed immediatamente lei si è mossa come una piccola Victoria Beckam! È stato incredibile. È durato un attimo ma non riuscivo a fermare le risate.

E quando il ghiaccio si scioglie, accade che dal set non vogliono più uscire, si fa fatica anche a farli spostare da un set all’altro.
A quel punto il trucco è gridare: “ok cambiamo l’abito”, perché questo ha un certo effetto sulla loro innata vanità. E mi diverto come una pazza quando escludono totalmente le mamme perchè vogliono che solo io li pettino, io li vesto, io decido gli accessori per loro… è a questo punto che potrei fotografarli per ore ed ore, sapendo che ormai sono i “miei” bambini.

Una sessione fotografica deve essere liberatoria, sia per loro che per me. Sempre.
Sessione fotografica estiva in spiaggia per bambini. Fotografia bambini al mare che urlano. Roberta Garofalo, Fotografo professionista di Maternità, Neonati, Bambini e Famiglie, Roma

E quando gli chiedo di urlare come pazzi, loro che temono che uno shooting sia solo un susseguirsi di noiosissimi “CHEESE” ……beh è proprio a quel punto che arriva LA foto!

Lascia un commento a questo post se ti va. Lo leggerò con piacere.